SCRITTI DI LUCE

Benvenuti, SCRITTIDILUCE e’ un sito di fotografia amatoriale, curato da un fotoamatore,  tutte le immagini sono disponibili gratuitamente con licenza

 Attribuzione Condividi allo stesso modo 

il bosco delle cose nascoste ti aspetta, clicca sull’immagine per visitarlo!

 

E’ assolutamente vietato l’utilizzo di ogni contenuto presente in questo sito per fini commerciali e\o di lucro.

 
 

[email protected]

Questo libro frutto di lavoro, ma soprattutto di emozioni è ora qui e sono sicuro che lo leggerete, lo osserverete, lo ascolterete e ne verrete rapiti perché queste sono immagini, parole e frammenti di vite che nemmeno il tempo può cancellare.

Se vuoi seguire la storia del libro o acquistarne una copia clicca sulla porta e entra nel meraviglioso mondo di C’era una volta.

 

Chi sono:

Fausto Accorsi nasce a Parma nel 1973, appassionato di fotografia grazie alla madre,fa la sua prima esperienza in camera oscura al tempo delle scuole medie ed è subito amore a prima vista, negli anni a venire armato di una Fuji stx2 e 50mm fotografa e apprende le tecniche base in modo del tutto autodidatta. Nel 1996 arriva la prima figlia e con lei la prima reflex auto-focus  con la quale inizia a frequentare gli ambienti fotografici. Ma è solo nel 2008 che riesce a destinare alla propria passione il tempo e le risorse necessarie per riprendere con vigore l’attività di foto-amatore. Da sempre animato da uno sano spirito di altruismo, ha sempre desiderato che i suoi scatti non restassero “fini a se stessi” che non servissero al solo “auto celebrarsi” ed è per questo che ha sempre sostenuto progetti umanitari (che sostiene tutt’ora) devolvendo gran parte dei proventi dei sui lavori ad associazioni benefiche di vario genere e facendo parte attiva di tanti progetti che attraverso la fotografia avevano come fine ultimo l’aiutare i più bisognosi.

Tra i suoi lavori più importanti:

Lei Parigi, mostra fotografica con catalogo.

Ho visto come vivono gli angeli, su i volontari delle unità cinofile.

Langhirano e il suo 150°, mostra fotografica.

Il silenzio del Vajont mostra fotografica.

La casa di Dio mostra fotografica con catalogo.

Tutti i lavori e i progetti umanitari sono visionabili sul sito

 

E’ finalmente giunto il momento, (dicembre 2019).

Ciò che scrivo di seguito non cambierà di certo il mondo, ma di sicuro cambierà il mio,

i fatti:

Dal gennaio 2018 Fausto Accorsi (Scrittidiluce) non è più iscritto a nessuna associazione, non fa parte di nessun gruppo e sopratutto non ha nessun credo politico o religioso pertanto mi sento di scrivere queste righe che, non hanno nessun valore legale ma sicuramente per me hanno un gran valore morale, non sono per nulla pentito del mio passato ma è indubbio che sia arrivato il momento di effettuare un, per me importante giro di boa, che consiste in quanto segue.

Non vorrei che il prossimo concetto passasse come un modo mio di darmi delle arie o sentirmi migliore\superiore di chissà chi altro\altri ma è indubbio che il sottoscritto negli anni si sia creato (come tutti del resto) una reputazione, tralasciando la qualità\quantità ecc della suddetta, su cui il parere è soggettivo il concetto è che, le persone che mi conoscono ripongono in me una fiducia che mi sento di ricambiare.

In quest’ottica e solo in quest’ottica, scrivo quanto segue:

da gennaio 2018 ho intrapreso un percorso personale e fotografico che, nelle mie intenzioni dovrà portarmi a un risultato ben preciso, questo percorso comprende anche un ricostruire una “credibilità”artistica che negli ultimi 2 anni è andata leggermente a decadere, si rende quindi necessario (per le mie esigenze) chiarire che, da tale data in avanti chiunque utilizzi il mio nome, le mie immagini o più semplicemente la mia reputazione per ottenere un qualsiasi tipo di vantaggio, lo fa assolutamente senza la mia consapevolezza, senza il mio consenso e quindi non sono assolutamente  e in nessun modo responsabile di eventuali accadimenti.

Dal punto di vista legale ripeto, chiunque utilizzi le mie immagini, non rischia nulla, prendete le immagini e fatene ciò che volete, ma dal punto di vista morale se qualcuno vi dice: 

“Vieni da me che Fausto e con noi ecc..”  

(e credetemi, non sono nessuno ma il mio nome “apre molte porte”)

lo sta facendo senza il mio consenso prendete perciò decisioni tenendo presente questo.

Tutto questo perchè negli anni ho donato il mio lavoro a chiunque e indistintamente e spesso è stato calpestato, preso ciò che serviva e il resto (dove resto intendo dal lato umano) cestinato, ora decido io a chi donare (qualunque essa sia) la mia “sensibilità” artistica quindi se qualcuno vi dice: “ io lavoro con Fausto……. mente!” 

Naturalmente non faccio di tutta l’erba un fascio e ripeto non sono certo Ansel Adams o affini, sono solo una semplice persona stanca di essere usata.

Continuerò a donare il mio lavoro, continuerò a fare sempre e comunque più bene che posso… ma decido io a chi donarlo  e quando (a mio insindacabile parere) mi sentirò strumentalizzato, non succederà nulla se non che per “coincidenza” non avrò più tempo da dedicare a chi mi ha fatto sentire strumentalizzato appunto.

Grazie per l’attenzione.