“Front- Rear” una giornata in Superbike.

E’ possibile raccontare fotograficamente una cosa, un’evento senza mostrare l’evento stesso?

Ho letto su una guida  a come fotografare il reportage del 1997 che a essere importante è l’idea, si può raccontare una storia senza necessariamente mostrarla o perlomeno, mostrando una parte di essa.

Da qui l’idea di raccontare una gara di Superbike senza mostrare (o quasi) nemmeno una moto, partendo da Front, davanti, da ciò che vedono i più, per arrivare a Rear, dietro alla “fine”, raccontando cosa c’è nel mezzo.

Si ringrazia:

Kallio racing per l’ospitalità

 

“Front” Il bello di imparare a correre è che poi non ti va più di camminare. E ti abitui ad andar più veloce degli altri; rapido verso i tuoi sogni. (Anonimo)

La motocicletta non è altro che questo: un sistema di concetti realizzato in acciaio. In essa non c’è pezzo, non c’è forma che non sia uscita dalla mente di qualcuno. (Robert Maynard Pirsig)

Benché guidare una motocicletta sia romantico, occuparsi della sua manutenzione è decisamente classico. Lo sporco, il grasso, la padronanza della forma soggiacente sono così dissonanti per una sensibilità romantica che le donne si guardano bene dall’occuparsene. (Robert Maynard Pirsig)
(“Da quando mi sono innamorata di te, ogni cosa si è trasformata ed è talmente piena di bellezza… L’amore è come un profumo, come una corrente, come la pioggia. Sai, cielo mio, tu sei come la pioggia ed io, come la terra, ti ricevo e accolgo” – Frida Kahlo)
Siate liberi di guardare lontano anche oltre l’orizzonte, liberi di viaggiare veloci o lentissimi, dove vi porta il suono schietto della moto, che annuncia il vostro arrivo come un tuono annuncia il temporale. (Roberto Patrignani)

 

“Tu sei per me la porta del Paradiso. Per te rinuncerei alla fama, al genio, a ogni cosa.”
Brucia i copertoni… non la tua anima. (Anonimo)
La moto è come una ragazza. Dipende dalla carburazione: grassa, va piano; magra, si spacca. (Valentino Rossi)

 

Ognuno di noi nasce con un tot di carburante nel serbatoio di cui non ne conosciamo la quantità. A qualcuno è stato fatto il pieno, altri ne hanno metà ed altri nascono che sono già in riserva. L’unica cosa sana è andare in moto come niente fosse e quando poi sentirai che il carburatore si svuota improvvisamente, è il tuo momento. L’importante però è non essere andato a passo di lumaca tutta la vita per timore di questo momento! (Anonimo)

 

L’amore per la moto riesce, quasi per magia, a liberare l’energia imprigionata nel cuore degli uomini, e a illuminare i sotterranei dell’anima. (Claudio Costa)

 

„Amo tutto delle moto. Amo la loro capacità di sgombrarti la mente quando sei in sella, e il senso di libertà che sanno darti. Quando guido ed esploro i miei limiti alzando il ritmo, è il momento in cui probabilmente mi sento più felice. Non so spiegarvi quanto sia bello sentirsi in grado di guidare. È una sensazione che adoro.“
The “Race”..

 

Ascolto, assaporo; dall’altra parte del muro c’è la pista, io non la vedo ma posso immaginare il frutto del mio lavoro che sfreccia tra curve e fette d’asfalto annerite dalla gomme di impavidi cavalieri che sui loro cavalli d’acciaio duellano fino all’ultimo giro.

 

La moto non è solo un pezzo di ferro, anzi, penso che abbia un’anima perché è una cosa troppo bella per non avere un’anima. La moto è come una bella donna, delle volte è arrabbiata, delle volte ti dà grandi soddisfazioni, ma devi sempre stare attento a non farla arrabbiare. (Valentino Rossi)
Mantieni sempre la tua moto in condizioni eccellenti… gli stivali da motociclismo non sono per niente comodi per camminarci. (Anonimo)

 

Non conta quanti cavalli hai…. ma quanta passione ci metti! (Anonimo)

 

Il miglior riconoscimento per la fatica fatta non è ciò che se ne ricava, ma ciò che si diventa grazie a essa. (John Ruskin)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*